Menu principale



Preview Foto



Articoli inseriti



Login utente

Utente
Password
Ricordami

Non hai ancora un profilo? Puoi crearne uno cliccando qui.



Lista utenti


riservato ad utenti registrati


Cerca



On-line

Abbiamo
17 ospiti e
0 utenti online

Sei un utente non registrato. Puoi fare il login qui o puoi registrarti cliccando qui.



 




 Campi Flegrei ::
 
  Giovedì, 02 Giugno 2011 - 12:20 :: 88926 Letture

Campi flegrei

Tra Storia e Protostoria, Mito e Leggenda il Nostro Viaggiatore si addentra, come già Virgilio, Ulisse, Dante, in uno scenario in cui Natura ed Architettura gareggiano per lasciare un segno, come una antica cicatrice,  nell'animo del Visitatore

Clicca per leggere l'articolo



Share |

 
 

Commenti
N° 125 - giuseppe ha scritto::
Gen-’13
30

Lo stage è rivolto ad archeologi, studenti i Scienze Umanistiche e Naturali, insegnanti, operatori museali, guide archeologiche, naturalistiche, ambientali o turistiche, operatori culturali, gruppi archeologici o semplici appassionati e riguardano la tecnologia dell'Uomo nella Preistoria. All'interno di tali corsi, verranno affrontati diversi procedimenti tecnologici dei nostri antenati come: la scheggiatura della selce, l'accensione del fuoco con le pietre focaie e con i legni, le pitture paleolitiche, la lavorazione dell'osso, del corno, del legno, della ceramica, la cottura, la tessitura, la ricostruzione e l'uso di armi (come bolas, fionda, propulsore), la macina dei cereali e la cottura dell'impasto, la fabbricazione di colle vegetali e animali, la costruzione di trapani, lucerne, pendagli, monili vari e tantissimo altro ancora. APERTE LE ISCRIZIONI AL PROSSIMO CORSO DEL 23-24 MARZO 2013 CITTA' PRATO I principali temi, che verranno affrontati nello stage di Preistoria, di 2 giorni saranno: PRIMO GIORNO Riconoscere le materie prime adatte alla scheggiatura (la selce, il diaspro, l'ossidiana, le quarziti...); analizzare le varie tecniche di scheggiatura (diretta, indiretta, pressione e ritocco) e le regole che determinano la scheggiatura, oltre alla prova pratica da parte dei partecipanti. I partecipanti produrranno sperimentalmente alcuni distacchi per produrre qualche strumento attraverso il ritocco a pressione, che serviranno per realizzare manufatti durante lo stage Produzione di cordicelle realizzate ritorcendo fibre vegetali. Vedremo quali sono gli usi e i vantaggi del fuoco, oltre alle tecniche di accensione (con percussione e frizione), attraverso la dimostrazione e le prove pratiche. Le armi da caccia, spiegazione e prove su alcune armi da caccia come il bolas e il propulsore. Per quanto riguarda i colori minerali, verranno presentati l'ocra e altri ossidi e minerali; si affronterà la loro preparazione e utilizzo, con realizzazione di pennelli, tamponi, e altri strumenti che verranno utilizzati per le diverse tecniche pittoriche (compresa quella a spruzzo). SECONDO GIORNO I partecipanti potranno realizzare un pendaglio, in steatite o carbonato di calcio, levigando in una pietra di arenaria e dopo averla forata con uno strumento di selce da loro prodotto e lucidata, realizzeranno una collana come in uso nel Paleolitico superiore e Neolitico. Lavorare l'osso; produrre aghi d'osso levigando in pietra d’arenaria e con le relative crune. Si finirà con eventuali domande e curiosità da parte dei partecipanti. I corsisti al termine dello stage avranno sperimentato personalmente le varie attività e quindi saranno pronti per svolgere laboratori a terzi sull’accensione del fuoco con le pietre focaie, sulla realizzazione di pitture preistoriche con tecnica a spruzzo, sulla realizzazione di aghi d’osso e monili in conchiglia e steatite per mezzo della levigazione, sulla realizzazione di perforatori e grattatoi in selce, e sulla produzione di cordicelle in fibre vegetali e animali. Durante lo stage, verranno illustrate norme sulla sicurezza e regole per poter gestire le varie tecnologie ad un pubblico di ragazzi o adulti senza farsi male. Inoltre potrò fornire materie prime come: pietre focaie, steatite e carbonato di calcio per realizzare monili, parti o palchi interi di cervo, ocra rossa o gialla. Gli oggetti prodotti durante lo stage rimarranno di loro proprietà. Fonte:www.archeologiasperimentale.it
N° 126 - giuseppe ha scritto::
Gen-’13
31

FAI: DA ITALIANI PIU'SOLDI ALLA CULTURA. PIU'SOLDI ALLA CULTURA Più fondi per la cultura e più attenzione al paesaggio, al consumo del suolo e alla lotta all'abusivismo. Lo chiedono al governo che verrà gli oltre 100mila italiani che hanno votato per le primarie della cultura organizzate dal Fai (Fondo per l'ambiente italiano). A votare in gran parte donne (61,5%) e giovani,sia tra 21 e 25 anni (11%),sia tra 26 e 30 anni (11%). I temi fra i quali ai potevano scegliere 3 priorità da proporre,erano in tutto 15. Il più gettonato, quello che propone di finanziare la cultura con l'1% del Pil. Fonte Rai.
N° 127 - giuseppe ha scritto::
Feb-’13
05

E' DI RICCARDO III Gli scienziati dell'Università di Leicester non hanno dubbi. Lo scheletro trovato sotto l'asfalto di un parcheggio della città inglese a settembre è di Riccardo III, ultimo monarca degli York,passato alla storia come spietato. Lo conferma il test del Dna, messo a confronto con quello di un discendente. Morto nel 1485, nella battaglia di Bosworth contro l'esercito dei Lancaster, Riccardo III era stato sepolto in una tomba senza nome. Gli storici ora sperano di chiarire il passato del re, su cui non c'è giudizio unanime. La sua cattiva fama la si deve per lo più all'opera di Shakespeare. Fonte Rai.
Stampa tutti i commenti
Pagina precedente Prossima pagina
Spiacenti, ma solo gli utenti registrati possono pubblicare dei commenti
Non sei ancora registrato?
La registrazione è gratuita e necessita solo di qualche minuto.
Per altre informazioni cliccate qui -Password dimenticata? cliccate qui.





Sito ufficiale. Tutti i diritti sono riservati. Tutto il materiale puo essere utilizzato specificandone la fonte di prevenienza.

Per contatti : info@cuoresannita.it