Menu principale



Preview Foto



Articoli inseriti



Login utente

Utente
Password
Ricordami

Non hai ancora un profilo? Puoi crearne uno cliccando qui.



Lista utenti


riservato ad utenti registrati


Cerca



On-line

Abbiamo
19 ospiti e
0 utenti online

Sei un utente non registrato. Puoi fare il login qui o puoi registrarti cliccando qui.



 




 Miti dei Popoli Italici ... ::
 
  Domenica, 17 Febbraio 2013 - 01:10 :: 106972 Letture

MITI DEI POPOLI ITALICI: VIAGGIO TRA RIETI, CITTADUCALE ED AMITERNUM. I LUOGHI DELLE ORIGINI SABINE E DI SAN VITTORINO.
 
Clicca qui





Share |

 
 

Commenti
N° 3529 - giuseppe ha scritto::
Ott-’21
06

VITALIA - ALLE ORIGINI DELLA FESTA: STASERA ORE 23.25 SU RAI 2 IL CULTO di DIONISO Nel sesto appuntamento con “Vitalia – Alle origini della Festa”, in onda mercoledì 6 ottobre alle 23.25 su Rai2, Alessandro Giuli condurrà gli spettatori alla scoperta della “taranta”, il ballo che attira ogni anno in Puglia migliaia di persone da tutto il mondo e parlerà del legame di questa danza col culto di San Paolo a Galatina. Nelle movenze della “taranta” sopravvivono le tracce di un rito che salva e guarisce e di un dio venerato e temuto come nessun altro nel mondo antico: Dioniso, il dio dell’ebbrezza e della danza, ma anche il dio della rinascita. Alessandro Giuli racconterà Dioniso, protagonista di un sontuoso ciclo di pitture nella Villa dei Misteri a Pompei per poi seguirne le tracce fino alle grotte di Oria, dove i più misteriosi abitanti della Puglia, i Messapi, lo veneravano. Nicola Mastronardi, invece, indagherà sul culto di San Paolo a Galatina, santo al quale tradizionalmente ogni anno i tarantolati chiedono sollievo dal loro male in un rituale che ricorda quelli orfico-dionisiaci, praticati per secoli in queste terre. Un culto, quello di Dioniso, come racconta il conduttore Alessandro Giuli, che allarmò Roma a tal punto da proibire i Baccanali e reprimere tutte le sette che segretamente si dedicavano ai riti orgiastici a lui ispirati. Un tempio dedicato al dio, però, è sopravvissuto nei dintorni di Pompei, dove con l’aiuto dei Synaulia si ricreeranno le atmosfere di riti in cui la musica riafferma il suo potere di guarigione e purificazione dell’anima e del corpo. Dioniso è pronto a rinascere per l’ennesima volta o, forse, non è mai scomparso.Partendo da Roma, Alessandro Giuli ci conduce sulle tracce dei popoli antichi che hanno creato l'italia e, con I'aiuto di Nicola Mastronardi, rintraccia nelle feste popolari contemporanee gli echi di un tempo lontano. - Un programma di Alessandro Giuli e Nicola Mastronardi Scritto con Francesco Cirafici, Francesca di Rocco, Piero Passaniti e con Patrizio Lidonni, Luca Mancini, Piergiorgio Paglia, Antonio Rapisarda a cura di Laura Chieregato Produttore esecutivo Cristina Carunchio Regia di Stefano Rastelli con Salvatore Cerimele, Danilo di Nucci, Alessandro Scioti Fonte RAI
Stampa tutti i commenti
Pagina precedente
Spiacenti, ma solo gli utenti registrati possono pubblicare dei commenti
Non sei ancora registrato?
La registrazione è gratuita e necessita solo di qualche minuto.
Per altre informazioni cliccate qui -Password dimenticata? cliccate qui.





Sito ufficiale. Tutti i diritti sono riservati. Tutto il materiale puo essere utilizzato specificandone la fonte di prevenienza.

Per contatti : info@cuoresannita.it